«Stiamo passando dal lavoro dipendente al lavoro intraprendente. [...] Non solo cresceranno le professioni autonome e consulenziali, imprenditoriali e indipendenti, ma nelle stesse imprese cambierà, sta già cambiando, il modo di lavorare: anche ai dipendenti viene richiesto un atteggiamento diverso, più intraprendente.»

dalla Prefazione di Walter Passerini

 

Trovare lavoro. Cambiare lavoro.
Operazioni certamente complesse anche qualche anno fa, ma circoscritte al massimo a uno, due o tre episodi nel corso di un'intera carriera. Oggi, invece, flessibilità, instabilità e precarietà le hanno trasformate in una pratica continuativa. Cioè, a loro volta, in un lavoro, o, nella migliore delle ipotesi, in uno sport. Come il jogging. E il Jobbing rappresenta proprio questo: la corsa costante a passo regolare di chi insegue un lavoro, talvolta senza sapere esattamente quale.

PERCHÉ NASCE JOBBING

Questo volume rappresenta la prosecuzione del percorso iniziato con Generazione Mille Euro. Dai numerosi dibattiti a cui abbiamo partecipato è emerso che in Italia il mercato è viziato da quattro nei: precarietà, basse retribuzioni, assenza di trasparenza nella ricerca del personale e mancanza di meritocrazia nelle selezioni e nelle promozioni.

L'IDEA DI JOBBING

Per questo abbiamo ideato Jobbing: per testimoniare che a essere premiati, spesso, sono lo spirito di iniziativa, la sensibilità nel leggere le tendenze del mercato e la capacità di inventarsi un lavoro su misura. Professioni come il Personal Shopper, il Destination Manager o il Wedding Planner, fino a ieri impensabili, sono proprio il frutto delle capacità individuali di afferrare le idee giuste al momento giusto.

COS'È JOBBING

Jobbing è una guida pratica per orientarsi nel mondo del lavoro: il suo obiettivo non è illustrare come trovare lavoro, ma quale lavoro cercare. Sono 100 schede illustrative di altrettante professioni e tre appendici conclusive dedicate a Curriculum Vitæ, Colloquio e alle tipologie di Contratto e Retribuzione.
Tutte le professioni sono indicizzate in base a otto segmenti di mercato: Media e Comunicazione, Moda e Creatività, Eventi e Turismo, Economia e Marketing, Risorse Umane e Amministrazione, Organizzazione e Servizi, ICT - Information & Communication Technology e Intramontabili.
Per ciascuna scheda è descritto in cosa consiste ciascun mestiere, quali sono le attività che lo identificano, la formazione scolastica più adatta, le competenze tecniche e le caratteristiche relazionali indispensabili per quel determinato profilo. Ed è illustrato anche il percorso professionale che può aprirsi davanti, con le tipologie contrattuali attraverso le quali quella professione viene regolata e le rispettive retribuzioni medie specifiche.

Per contattarci: